Piergiorgio Cremasco

Biografia: Frequenta l’Accademia negli anni ‘70, col maestro Alberto Viani. Dal 1971 al 2007 insegna Discipline Pittoriche al Liceo Artistico Boccioni di Valdagno. I suoi interessi iniziali sono gli ornati geometrici, gli arabeschi, i labirinti da cui sviluppa una ricerca sulla modularità che a volte trova qualche corrispondenza con l’arte programmata. E’ attratto dalle principali figure topologiche da cui ricava sculture a forme curve continue. Nel 1997 comincia ad usare il computer. Si interessa di programmi grafici, 3d e di web editing. Personaggio schivo realizza  alcune  mostre  a Valdagno , dove  vive.

 

Collezione OTTONI (8NI) con Carla Riccoboni

La storia inizia negli anni ’80 dall’amicizia di due creativi, Piergiorgio e Carla appassionati di geometria.

In quel periodo Piergiorgio, artista, studiava e analizzava labirinti, arabeschi, reticoli modulari, disegnando a mano con pazienza certosina minutissimi schizzi, interpretazioni e variazioni di quei temi. Parallelamente realizzava in argilla forme morbide e sorprendenti ispirate al Nastro di Moebius, all’Otre di Klein, al Toro, figure basilari della geometria topologica. E si rilassava, suonando il flauto…

Negli stessi anni Carla, designer di gioielli e ricercatrice, partendo dall’interesse per i ritmi e le scritture, aveva cominciato a sviluppare ALPHABET, una collezione di catene realizzate agganciando tra loro, moduli geometrici tranciati da sottili lamine d’oro e d’argento.

Carla studiava moduli, incastri e sezioni auree per trovare forme e proporzioni adatte ai suoi gioielli e Piergiorgio sviluppava una ricerca di cui Carla intuiva infinite applicazioni.

Nell’1989 nel corso di un workshop Carla realizza un anello, Moebius, rimasto poi allo stadio di prototipo per la difficoltà di riproduzione seriale.

Lo sviluppo delle tecniche digitali apre ad entrambi un mondo nuovo di possibilità.

Carla, sperimenta la prototipazione rapida e la sinterizzazione con la ricerca BOLLE (2004) e MADREFORME (2013).

Piergiorgio realizza al computer i bellissimi video LABIRITMI (2008) che rappresentano un momento di sintesi delle sue ricerche e la padronanza degli strumenti informatici.

L’arrivo della stampante 3D apre la possibilità di passare dal virtuale al reale.

E’ qui che l’esperienza orafa di Carla e la ricerca di Piergiorgio si incrociano e si fondono in una collezione di anelli, OTTONI, che con un sottile rimando alla musica rivelano l’apporto delle due personalità. Rigore geometrico, morbidezza topologica, portabilità di volumi importanti, conferiscono a questi oggetti un equilibrio classico, senza tempo. TOROELLISSE, BIANFORA, BICONICO sono le prime realizzazioni, firmate 8NI e numerate progressivamente.

Toroellisse - 2014

Toroellisse – 2014

TOROELLISSE – 2014    Anello

Materiale: Ottone Bronzo

Tecnica di Lavorazione: Microfusione da prototipi in resina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *